Chiusa al pubblico nei giorni festivi l’area archelogica di Eraclea

teatro greco eracleaNon ci sono i soldi per pagare i custodi e nei giorni festivi rimane chiusa al pubblico l’area archeologica di Eraclea Minoa. Protesta il presidente dell’Associazione Guide Turistiche di Agrigento, Claudio Castiglione: “Con sincero stupore e rammarico abbiamo constatato che il sito archeologico di Eraclea Minoa è rimasto chiuso al pubblico domenica scorsa e in occasione della festività di Ognissanti – scrive Castiglione in un comunicato stampa – proviamo scontento e delusione per quelle famiglie e comitive di turisti che avrebbero voluto approfittare di questi giorni di vacanza per conoscere una zona la cui visita costituisce il complemento ideale a quella della Valle dei Templi di Agrigento. Negli ultimi anni, il sito di Eraclea Minoa – aggiunge Castiglione – sta suscitando sempre più interesse presso l'utenza turistica, grazie anche alla realizzazione di numerose iniziative culturali la cui finalità promozionale viene così mortificata e invalidata da accadimenti come quello che stiamo riferendo. Ci appelliamo alle autorità competenti – conclude Castiglione – affinché venga ripristinato l'orario di apertura del sito anche nei giorni festivi, nell'interesse dell'immagine e dello sviluppo del turismo in tutta la provincia di Agrigento”. Dello stesso avviso il sindaco di Cattolica Eraclea, Cosimo Piro.


antiquarium eraclea“Faccio un appello all’assessore regionale ai beni culturali perché trovi le soluzioni per aprire l’area archeologica di Eraclea Minoa soprattutto nei giorni festivi – dice il primo cittadino – così, purtroppo, è alto il rischio che il sito possa rimanere chiuso anche durante le festività natalizie, e certo non è una buona cosa per la promozione e lo sviluppo turistico del nostro territorio”. Il responsabile dell’area archeologica di Eraclea Minoa, Giacomo Plano, dice: “Noi semplicemente stiamo applicando una circolare della Soprintendenza ai beni culturali e ambientali di Agrigento”. La responsabile del Servizio archeologico della Soprintendenza di Agrigento, Almira De Miro, spiega: “I custodi impiegati nell’area archeologica di Eraclea Minoa, secondo le disposizioni dell’amministrazione centrale, non possono superare il tetto massimo del 33% di giornate di lavoro nei giorni festivi. Al momento quindi non possiamo garantire l’apertura del sito la domenica, ma confidiamo in un impegno da parte dell’assessore ai beni culturali per risolvere il problema in futuro”. Durante le feste, dunque, rimarrà chiusa al pubblico e soltanto con due custodi in servizio l’area archeologica di Eraclea Minoa, con il rischio che possa facilmente essere presa di mira da tombaroli, come quelli denunciati, non molto tempo fa, dai carabinieri della locale stazione. A sorvegliare i resti greci di Eraclea Minoa saranno solo le 2 telecamere funzionanti che inquadrano l’ingresso, perchè quelle poste sull’acropoli e sull’anfiteatro greco  risultano guaste già da mesi.