Ricorso al TAR. Nominati i “controllori”, giorno 15 al via la verifica

schede incriminate

Saranno verificate il 15 di novembre, presso la Prefettura di Agrigento, in contraddittorio tra le parti e alla presenza di due funzionari, le schede delle elezioni amministrative del 13 e 14 maggio 2007 a Cattolica Eraclea. Il responso delle urne ha sancito la vittoria di Cosimo Piro, della lista di centro destra “Vince Cattolica”, contro Nicolò Termine, della lista di centro sinistra “Uniamo Cattolica Eraclea”. Esiguo lo scarto di voti tra i due candidati, Piro ha avuto la meglio su Termine per soli 21 voti. Contro l’elezione del sindaco Piro, in rappresentanza del candidato sindaco Termine e della la lista “Uniamo Cattolica Eraclea”, l’esponente politico del Pd Giuseppe Giuffrida ha presentato il ricorso al Tar che è stato accolto in toto. Sono già stati nominati i due funzionari, uno della Prefettura e l’altro del Servizio elettorale dell'assessorato regionale della famiglia, delle politiche Sociali e delle autonomie locali, che daranno avvio, il 15 novembre, alle verificazioni elettorali che potrebbero ribaltare il risultato delle elezioni.  Dopo le verifiche, per l'ulteriore discussione della causa, l'udienza è fissata per il 22 Febbraio 2008. Giuffrida è difeso dall’avvocato Michele Costa, Piro dall’avvocato Girolamo Rubino e ora, al collegio difensivo, si è aggiunto anche il giovane avvocato Pietro Piro.