Allarme erosione della spiaggia. Sopralluogo del sindaco

lido garibaldiE’ allarme erosione della costa ad Eraclea Minoa, le mareggiate di questi giorni stanno combinando un disastro. Dopo la distruzione, nei giorni scorsi, del chioschetto del Lido Bellevue, la notte scorsa il mare impetuoso di Eraclea Minoa, spinto in questi giorni da un fortissimo scirocco, ha danneggiato il ristorante Lido Garibaldi, che ha ormai l’acqua sotto il locale. E’ crollata l’insegna, sta crollando la passerella d’ingresso, rischia il crollo la veranda dello stabilimento. In apprensione i fratelli Ragusa, titolari del locale che già negli anni passati è stato distrutto dalla furia del mare: “Siamo di nuovo a rischio, il mare in questi giorni si sta mangiando tutta la spiaggia”, dicono.

  

mareggiate

 Nei giorni scorsi l’amministrazione comunale, vista la gravità della situazione, stava provando ad intervenire mettendo della sabbia rossa per tamponare l’erosione della strada d’ingresso alla spiaggia antistante il Lido Garibaldi, ma l’intervento sarebbe stato bloccato dalla Capitaneria di Porto Empedocle. Praticamente è scomparsa la sabbia dal tratto di litorale compreso tra la seconda e la terza spiaggia. Si è innalzato il livello del mare che adesso è entrato nella pineta continuando a fare razzia di alberi: sono stati già abbattuti oltre un centinaio di pini. Si dice “molto preoccupato” il sindaco di Cattolica Eraclea, Cosimo Piro, che sollecita all’assessorato regionale territorio e ambiente “il finanziamento urgente di un progetto di 6 milioni di euro per interventi urgenti contro l’erosione, di cui si aspetta il parere tecnico d’impatto ambientale entro la prossima settimana. Inoltre, chiederò al presidente della regione, al ministero dell’ambiente e alla protezione civile di intervenire, con interventi di somma urgenza, per la salvaguardia della spiaggia e per mettere in sicurezza i locali più a rischio, come per esempio – afferma Piro – il Lido Garibaldi che è in serio pericolo e che in passato è già stato distrutto dal mare”, fa sapere il sindaco, che ieri ha fatto un sopralluogo tecnico ad Eraclea Minoa insieme agli uomini della Polizia municipale per documentare il disastro. La situazione adesso è diventata molto preoccupante, il mare mosso di questi giorni, oltre a minacciare la spiaggia e la pineta, come abbiamo documentato ieri, sta facendo aumentare i crolli di massi dalla costa di Capo Bianco sulla quale sorge l’antica città di Eraclea Minoa. Adesso è urgente intervenire, si corrono rischi per l’incolumità pubblica. Tra l’altro – informa il sindaco – la regione siciliana aveva dichiarato lo stato di calamità naturale ad Eraclea Minoa già nel 2003 e uno studio dell’Osservatorio nazionale sull’erosione costiera ha evidenziato come la spiaggia di Eraclea Minoa sia considerata tra quelle più a rischio in tutta Italia. Bisogna dunque intervenire presto – conclude il sindaco – chiederò interventi urgenti ad ogni livello”.