Intimidazioni. Solidarietà di Fontana e Zambuto a Nino Amadore

fontana''I giornalisti che portano avanti impegnative inchieste sul versante della legalita' e della  lotta alla mafia si ritrovano sempre più nel mirino della criminalita' organizzata". Lo ha dichiarato il presidente della Provincia Regionale di Agrigento, Vincenzo Fontana, apprendendo la notizia che al giornalista del Sole 24 ore, Nino Amadore, e' stata danneggiata l'automobile mentre, al Polo universitario di Agrigento, stava presentando il suo ultimo libro. "Un fenomeno che desta grande preoccupazione e che registra una escalation di atti intinidatori, che richiede grande attenzione da parte delle forze dell’ordine e da parte della politica. Inquieta ancora di più – aggiunge Fontana –  che l’ultimo bersaglio sia un giornalista come Amadore che nel suo libro si occupa di quella zona grigia che rappresenta una sponda non indifferente per gli interessi della mafia. Evidentemente un certo modo di fare informazione e di pubblicare fatti documentati con relativi nomi e cognomi determina la scomposta reazione di quegli ambienti malavitosi che pensano di condizionare i media attraverso queste deprecabili forme di intimidazione”.

zambutoSolidarietà è stata espressa dal Sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, al giornalista del “Sole 24 ore”, Nino Amadore, al quale è stata danneggiata l’autovettura parcheggiata nei pressi dell’albergo dove alloggiava in occasione della presentazione del suo ultimo libro, avvenuta al Polo universitario di Agrigento. “La migliore risposta a questi vili atti intimidatori la città di Agrigento l’ha fornita, oggi, conferendo la cittadinanza onoraria a due illustri rappresentanti dello Stato quali Nicola Zito e Attilio Brucato – ha commentato il Sindaco -. Due uomini che con grande coraggio e determinazione hanno lottato contro gli stessi ambienti malavitosi che esprimono, poi, tali forme di reazione. La strada tracciata da Zito e Brucato, e l’impegno civile profuso da Amadore – ha aggiunto il primo cittadino – rappresentano il percorso da seguire nella costruzione di un società che dice no al pizzo, al ricatto, al racket delle estorsioni e elimina così qualunque zona grigia facendo spazio alla totale affermazione di uno stato di legalità”.

Amadore: "E' stato un brutto gesto ma non mi faccio intimidire"

12 gen 08 Intimidazione a Nino Amadore dopo la presentazione del libro

12 gen 08 Intimidazione al giornalista Nino Amadore. Solidarietà dell'UNCI