Traffico di droga e attentati incendiari. 3 arresti a Cattolica

cane antidroga buck

Tre arresti per traffico di droga e attentati incendiari sono stati eseguiti stamane dai carabinieri di Agrigento nei comuni di Cattolica Eraclea, Ribera e Siculiana. La richiesta è stata avanzata dal pubblico ministero Maria Antonia Di Lazzaro ed emessa dal gip del tribunale di Agrigento Alfonso Malato. In carcere sono finiti Calogero Sarullo, 48 anni, manovale pluripregiudicato di Ribera, e Antonino Sciascia, 25 anni, pregiudicato, disoccupato, di Cattolica Eraclea, quest’ulltimo già rinchiuso, per un precedente reato, nel carcere agrigentino di contrada Petrusa.

La misura degli arresti domiciliari è stata applicata a C. S., 42 anni, impiegato pregiudicato di Cattolica Eraclea. Tre misure cautelari dell’obbligo di presentazione quotidiano alla Polizia giudiziaria sono state emesse per N.A., 42, muratore pluripregiudicato, M.C.G., 26 anni, disoccupato e pluripregiudicato, S.G., 32 anni, disoccupato e pregiudicato; tutti e tre sono di Cattolica Eraclea.

I fermati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di produzione e traffico di sostanze stupefacenti e attentati incendiari in concorso. Gli stupefacenti ceduti erano del tipo hashish, marijuana ed eroina. Nel corso della perquisizione domiciliare operata grazie all’ausilio del cane anti-droga “Buck”, proveniente dal nucleo cinofili di Palermo, è stata rinvenuta altra sostanza stupefacente del tipo “hashish”. Gli indagati cedevano la droga ai giovani di Cattolica Eraclea, in alcuni casi i presunti spacciatori si sarebbero fatti retribuire con delle schede telefoniche, accorgimento utilizzato, secondo gli inquirenti, per cambiare frequentemente le utenze telefoniche nel tentativo di sviare le indagini. I fatti contestati risalirebbero al primo semestre del 2007.