Dissequestrata la discarica abusiva del Platani. Sarà bonificata?

ComuniC@lo nella discarica del PlataniPotrebbe essere la volta buona per bonificare il territorio che ospita la mega discarica abusiva a due passi dal fiume Platani. I Carabinieri della stazione di Cattolica Eraclea, su disposizione del Tribunale di Agrigento, hanno proceduto al dissequestro delle strutture e dell'area dell’ex frantoio dei fratelli Traina di Porto Empedocle. Si tratta di un’area estesa circa 10.000 mq, nei pressi di contrada Piana Vizzì, molto vicina alla riserva del Platani, che era stata sottoposta a sequestro dalla magistratura per gravi reati ambientali.

Col passare del tempo è diventata una discarica a cielo aperto dove si trova di tutto: da pneumatici in abbondanza a materiali di risulta di lavori pubblici e privati, oltre che frigoriferi, divani, eternit, e materiale gravemente nocivo di varia natura. L'atto di dissequestro è stato prodotto dal Tribunale di Agrigento su istanza del Procuratore fallimentare, l’avvocato Sinatra di Agrigento. Pare che i tempi per la liquidazione della proprietà si stiano accelerando. Ora il curatore cercherà di venderla al miglior offerente con un’asta pubblica che dovrebbe servire a recuperare le somme per pagare i debiti della società e le varie spese. Adesso si spera in qualche imprenditore coraggioso, possibilmente rispettoso dell'ambiente, che potrebbe investire su quell’area, anche con un sostegno dello Stato o della Regione per bonificarla, creandovi un'attività produttiva nel rispetto dell’ambiente.

Articoli e Video correllati… 

Discariche abusive del Platani. Una sarà bonificata presto

VIDEO. Discarica abusiva a due passi dal fiume Platani