Cattolica, intimiditi i fratelli Giuffrida, a fuoco i mezzi

il trattore bruciatoTorna in azione la mano incendiaria a Cattolica Eraclea

Nel mirino di ignoti malviventi stavolta ci sono finiti i fratelli Giuffrida, famiglia da sempre impegnata in politica. La notte scorsa, in un terreno di loro proprietà in contrada “Isola degli ulivi”, in territorio di Cianciana, sono stati incendiati tutti i loro mezzi agricoli e l’elettropompa di irrigazione dell’aranceto: i danni ammonterebbero a circa ventimila euro. Sono stati ridotti completamente in cenere un trattore, due motozappe e l’elettropompa, le fiamme hanno fatto crollare anche il tetto del deposito rurale. Secondo gli inquirenti non ci sarebbero dubbi sulla natura dolosa dell’incendio e si tratterebbe di un atto intimidatorio a sfondo politico.
 
elettropompa d'irrigazione in fiammeAd accorgersi della pesante intimidazione subita, stamattina intorno alle 7.30, è stato Pietro Giuffrida, 47 anni, impiegato, consigliere comunale in carica del Partito democratico e segretario della Cgil di Cattolica Eraclea. Il sindacalista si è recato nel terreno di sua proprietà per eseguire dei lavori agricoli, ma giunto in campagna ha scoperto l’amara sorpresa. Sono stati subito avvisati i Carabinieri della locale stazione, che si sono portati immediatamente sul posto per i rilievi di rito. La denuncia dell’atto intimidatorio è stata formalmente sporta dal fratello maggiore Giuseppe Giuffrida, 56 anni, impiegato all’ufficio di presidenza del comune di Ribera, dirigente del Partito democratico, già sindaco di Cattolica Eraclea, consigliere e amministratore comunale per ben cinque legislature. Giuseppe Giuffrida, domenica scorsa, aveva tenuto un comizio in piazza Roma. Agli inquirenti i fratelli Giuffrida non hanno saputo fornire elementi utili alle indagini. 
 
casa campagna giuffrida incendiataContinua senza tregua dunque l’escalation intimidatoria a Cattolica Eraclea. Recentemente, il 16 febbraio scorso, è stato preso di mira il comandante della Polizia municipale, Pasquale Campisi (padre di Francesco, consigliere del Pd), a cui ignoti hanno fatto ritrovare, davanti l’ingresso della propria abitazione, una bottiglia di plastica piena di benzina. Mentre la notte tra il 7 e l'8 dicembre 2007, furono incendiati l'autovettura del bracciante agricolo Vincenzo Casola, di 60 anni, e il camion del presidente del consiglio comunale Rino Gambino, 26 anni. Adesso nel mirino i fratelli Giuffrida, i Carabinieri indagano a 360° gradi.