Eraclea, trovano chiusa l’area archeologica: turisti si rivolgono ai carabinieri

museo chiuso

VIDEO. Chiuso il cancello della zona archeologica di Eraclea Minoa. Protestano i visitatori

Stavolta si sono rivolti ai carabinieri i turisti arrivati ieri mattina davanti l’area archeologica di Eraclea Minoa e che si sono sentiti dire dai custodi che il sito è chiuso nei giorni festivi.  

Un pullman proveniente da Messina, con a bordo una cinquantina di turisti, è stato costretto a fare marcia indietro di fronte all’impossibilità di visitare i resti greci, il museo e l’anfiteatro di Eraclea Minoa, come d’altronde è già successo a numerosi gruppi di visitatori nel corso di questi mesi di chiusura nei festivi di una tre le più importanti aree archeologiche della Sicilia.
 
Così la guida turistica che ha accompagnato ieri i visitatori provenienti da Messina si è rivolta ai carabinieri di Cattolica Eraclea, promettendo di protestare anche contro la Soprintendenza dei beni culturali di Agrigento, per capire come mai il cancello dell’area archeologica di Eraclea Minoa rimanga chiuso malgrado ci sia affisso un cartello con la scritta: “Aperto tutti i giorni dalle 9,00 a un'ora prima del tramonto (invernale) 9,00-19,00 (estivo)”. Oltre al danno, la beffa. “La stessa cosa – lamenta la guida turistica – è scritta anche sul sito ufficiale dei beni culturali della regione www.regione.sicilia.it/beniculturali, non c’è nessuna informazione sulla chiusura nei festivi”. Hanno spiegato dalla Soprintendenza di Agrigento: “Non si può garantire l’apertura dell’area archeologica di Eraclea Minoa nei festivi perché i custodi impiegati, secondo le disposizioni dell’amministrazione centrale, non possono superare il tetto massimo del 33% di giornate lavorative nei giorni festivi". Mentre continuano lamentele e proteste da parte di visitatori e operati turistici della zona.
 
g