Frana a Capo Bianco, tragedia sfiorata ad Eraclea. Ferite due donne, per fortuna illesa una bambina

capo biancoTragedia sfiorata ieri pomeriggio intorno alle 18 ad Eraclea Minoa. Quattro turiste palermitane, tra cui una bambina, mentre si stavano facendo i fanghi prelevando l'argilla da una delle cave del costone roccioso di Capo Bianco, sono state travolte da una frana. Due di loro sono rimaste fortunatamente illese, mentre le altre due donne, nel tentativo di evitare di essere colpite dai massi che le avrebbero certamente fracassate, sono cadute tra le rocce sbattendo violentemente la testa.

Due di loro sono rimaste fortunatamente illese, mentre le altre due donne hanno rischiato seriamente la vita. Una, Vittoria Valenti, 41 anni, libera professionista, è rimasta incastrata sotto i grossi blocchi di marna bianca perdendo sangue dalla testa e dalla mano. Mentre l'amica, Laura Puleo, 42 anni, educatrice di asilo nido, ha riportato gravi ferite alla testa.

 

massi e sangueI primi a soccorrere le due donne in grave pericolo sono stati due villeggianti palermitani, Elio e la sua ragazza, che trovandosi di passaggio hanno immediatamente allertato il 118. Nel giro di una trentina di minuti sono poi arrivate due ambulanze, una da Ribera, l'altra dal presidio del 118 di Siculiana. I mezzi di soccorso – hanno sottolineato gli stessi soccorritori – hanno trovato serie difficoltà a raggiungere il luogo della sfiorata tragedia per via delle numerose autovetture posteggiate male lungo i viali della nota località turistica che impedivano il passaggio.

 

Solo grazie allo straordinario intervento degli uomini della Polizia municipale di Cattolica Eraclea, che hanno fatto da apripista, i soccorritori sono potuti arrivare ai piedi di Capo Bianco dove è avvenuto l'incidente. Le due donne ferite sono state subito trasportate al pronto soccorso dell'ospedale "Fratelli Parlapiano" di Ribera dove sono state medicate e messe fuori pericolo. Vittoria Valenti ha riportato un trauma cranico e una frattura alla mano, mentre a Laura Puleo è stato rimosso un ematoma dalla testa. Entrambe sono fuori pericolo, ma saranno sottoposte dai medici ad ulteriori accertamenti.

 Sul luogo dell'incidente, per i rilievi di rito, oltre ai carabinieri della locale stazione e a quelli del comando provinciale, sono giunti i vigili del fuoco di Agrigento e gli uomini della Capitaneria di Porto di Porto Empedocle. La zona è stata subito transennata e domani saranno emesse delle ordinanze, sia da parte del Comune che della Capitaneria, per interdire il passaggio ai bagnanti.

FUORIRIGA