Cattolica, torna in cella disoccupato evaso dagli arresti domiciliari

ccAvrebbe voluto scontare la pena carceraria stando in giro a passeggiare dopo che era evaso dal “carcere”.Ma i carabinieri di Cattolica Eraclea lo hanno ricondotto in cella, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale di Agrigento, per il reato di evasione dagli arresti domiciliari.


Si tratta di Antonino Sciascia, 24 anni, disoccupato del luogo. Il giovane pluripregiudicato si sarebbe allontanato nei giorni scorsi dalla comunità in cui scontava la pena senza alcuna autorizzazione dell'autorità giudiziaria. L'arrestato, difeso dall'avvocato Ignazio Martorana, è stato rinchiuso nel carcere Agrigentino di contrada Petrusa dove resta a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Il 30 settembre dovrà comparire davanti al gup del tribunale di Agrigento per l'udienza preliminare dell'inchiesta denominata “Eracle”, che nei mesi scorsi portò alla luce un presunto giro di spaccio di droga e attentati incendiari.