Anche nell’Agrigentino partirà “l’assistenza sanitaria informatizzata”. Il Tar sblocca il software

http://bp3.blogger.com/_KOZrL42KrgY/RoEHMdZH1LI/AAAAAAAAAAw/qgy-3-cgoV8/s200/TS-front.jpgPartirà al più presto anche nell’Agrigentino il servizio sanitario informatizzato. Il sistema tecnologico non ha ancora preso il via a causa di un ricorso al Tar, ma la situazione adesso si è sbloccata.


Il Tribunale amministrativo regionale, infatti, ha sbloccato l’affidamento del servizio di fornitura di software di elaborazione all’Ausl 1 di Agrigento. La ditta "AeF Consulting" di Caltanissetta aveva presentato un ricorso contro l'Asl al Tar  di Palermo per l'annullamento del verbale di aggiudicazione del servizio di fornitura di software di elaborazione alla ditta "Interdata" di Napoli, per un importo complessivo di 1.080.000 euro più Iva a base d'asta.

La ditta aggiudicataria si è costituita in giudizio, con il patrocinio dell'avvocato Girolamo Rubino, chiedendo il rigetto del ricorso perché infondato.

La prima sezione del Tar (presidente Giallombardo e relatore Barone) condividendo le tesi difensive proposte dall’avv. Rubino, ha respinto il ricorso ritenendolo infondato.

Il servizio di fornitura di software di elaborazione verrà pertanto espletato, per il prossimo triennio, presso l'Asl 1 di Agrigento, dalla ditta napoletana "Interdata" che curerà anche il servizio di caricamento ed elaborazione dati delle ricette spedite dalle farmacie private convenzionate, nonché il controllo qualitativo e quantitativo della spesa farmaceutica.

 

da: www.studiocastaldi.it