Cattolica, rimborso canone di depurazione non dovuto: già avanzate 600 richieste al Comune e all’Eas

http://www.ladestra.info/public/wordpress/wp-content/uploads/2008/04/acqua1.jpgSono quasi 600 le richieste di rimborso del canone di depurazione non dovuto giunte finora all'ufficio protocollo del Comune di Cattolica Eraclea.


Come si ricorderà, una sentenza della Corte Costituzionale ha dichiarato recentemente l'incostituzionalità delle norme di legge che prevedono l'obbligo per gli utenti del servizio idrico di pagare il canone anche in assenza del servizio di depurazione delle acque, ed ha stabilito che il canone per il depuratore deve essere pagato solo come corrispettivo dell'effettiva esistenza del servizio.

http://img511.imageshack.us/img511/6650/bolan5.jpg

La modulistica necessaria per inoltrare al sindaco di Cattolica Eraclea e al commissario liquidatore dell'Eas, Marcello Massinelli, la relativa istanza di rimborso del canone di depurazione degli ultimi dieci anni, compresi gli importi Iva calcolati sulle somme non dovute e gli interessi maturati, è disponibile presso la locale sezione della CGIL in via Collegio.