GDF. Evasione fiscale di oltre 200 mila euro, denunciato imprenditore

http://tbn3.google.com/images?q=tbn:784XsO8o23DNJM:http://www.lavocedelnordest.it/userdata/immagini/foto/474/finanza_9384.jpgS.G., di Favara, ha conseguito ricavi non dichiarati al fisco per un totale complessivo un milione di euro.

I finanzieri della tenenza della guardia di finanza di Porto Empedocle, coordinati dal comandante del comando provinciale di Agrigento Vincenzo Raffo, hanno eseguito una complessa ed intensa attività di polizia tributaria, che si inserisce in una più ampia operazione di controllo nel settore dell’evasione fiscale, che ha permesso la scoperta di ingegnosi fenomeni di evasione.

A finire nelle maglie delle fiamme gialle di Porto Empedocle è stato un imprenditore edile di Favara, S. G. le sue iniziali, il quale, nel giro di quattro anni, dal 2004 al 2007, ha conseguito ricavi non dichiarati al fisco, per un totale complessivo di circa €. 1.000.000,00 omettendo versamenti I.V.A. per circa €. 160.000,00, cui si aggiungono €. 60.000,00 di evasione all’Imposta regionale per le attività produttive.

I lavori edili sono stati eseguiti nei confronti di diversi soggetti economici della zona, alcuni dei quali beneficiari di contributi da parte dello Stato, che hanno  permesso di risalire alla ditta S. G. la quale utilizzava sistematicamente mano d’opera, spesso in nero, omettendo i contributi assistenziale e previdenziali previsti dalla legge.

Gli ispettori del Ministero del Lavoro valuteranno, altresì, la possibile applicazione prevista dal D.Lgs. 123/2007  della sanzione della sospensione dell’attività imprenditoriale, applicabile allorquando, come nel caso di specie, venga riscontrato l’impiego di personale non risultante dalle scritture o da altra documentazione obbligatoria in misura pari o superiore al 20 per cento del totale dei lavoratori regolarmente occupati.