TRENO AGRIGENTO-MILANO. Precisazione delle Ferrovie dello Stato

http://www.comunicalo.it/images/stories/stazione%20centrale%20di%20agrigento.jpg

Ha fatto preoccupare non poche persone il “famoso” treno Agrigento-Milano.

Ore 14:04 di ieri, stazione centrale di via Marconi: parte la “freccia del sud”, ma lascia in stazione un vagone pieno di passeggeri. Le circa 80 persone che erano a bordo della vettura rimasta ferma si sono preoccupate. Lo stesso amici e parenti che hanno accompagnato i viaggiatori a prendere il treno che da Agrigento doveva portarli al nord Italia. Dopo qualche minuto di apprensione il convoglio è tornato indietro per riprendere il vagone rimasto fermo.

“Siamo tutti rimasti increduli, non abbiamo capito cosa sia successo”, racconta uno dei presenti che ha assistito alla curiosa scena. 

A fare chiarezza l’ufficio stampa delle Ferrovie dello Stato “Il convoglio – spiegano in una nota – ha semplicemente effettuato un movimento di manovra per agganciare una vettura in sostituzione di un’altra guasta. Infatti, nel corso dei controlli preliminari alla partenza è stata riscontrata un’avaria all’impianto di climatizzazione di una vettura. Il treno ha, quindi, effettuato la manovra dal binario 5, dove stazionava, per andare ad agganciare una vettura funzionante, posizionata al binario 4. Quella guasta è poi partita lo stesso, in composizione al treno, ma fuori servizio, per effettuare la riparazione negli impianti di manutenzione di Milano. In tal modo Trenitalia ha garantito ai  viaggiatori i posti prenotati, senza creare disagio a nessuno”.

 

Articoli correlati…

AGRIGENTO. Parte il treno per Milano ma si dimentica un vagone pieno di passeggeri