UNIVERSITA’. Polo di Agrigento, Luparello (Pd): “No a soluzioni politiche di piccolo cabotaggio”

luparelloPiero Luparello, coordinatore del Partito democratico di Agrigento, interviene sulle vicende del Cupa.

 

“Il Pd – dichiara Luparello – è seriamente preoccupato per la battuta d’arresto legata alla nomina dei nuovi consiglieri di amministrazione. Dando atto al presidente D’Orsi della sua presenza, si registra comunque una seduta andata a vuoto – aggiunge il coordinatore del PD agrigentino- che insieme al tam tam dei nomi che rappresentano scelte esclusivamente legate al bilancino della politica, rappresentano la negazione dei buoni propositi dei giorni scorsi.

 

Il Consorzio Universitario merita di essere svincolato da soluzioni politiche di piccolo cabotaggio – prosegue Luparello – affinché possa concretamente rappresentare un opportunità di sviluppo per i nostri giovani e il nostro territorio.

      

Non è possibile assistere passivamente alla lottizzazione della cultura, Agrigento merita di avere sì un Presidente qualificato e scelto con il criterio della competenza, del merito, del prestigio e della professionalità ma tutti comprendiamo che un consiglio di amministrazione che non abbia le stesse caratteristiche e gli stessi criteri di scelta svincolati dal manuale Cencelli, comprometterebbe la nascita del nuovo progetto Università Agrigento.

  

Mi auguro – conclude il coordinatore cittadino del Pd – che il rinvio delle nomine consenta una profonda riflessione agli amministratori del Comune di Agrigento, della Provincia regionale e della Camera di Commercio e di tutti i soci del Consorzio affinché si proceda in tempi brevi a rilanciare la sua attività”.