CRONACA. Cattolica, a fuoco due abitazioni: momenti di paura in via Aranci

images/stories/fuoco.jpgMomenti di grande paura ieri intorno alle 17 tra gli abitanti del cortile Catalanotto e del vicolo Manno adiacenti alla centralissima via Aranci.

Due abitazioni sono andate a fuoco per cause ancora in corso di accertamento, anche se dai primi rilievi dei carabinieri della locale stazione e dei vigili del fuoco di Agrigento sembra che quasi certamente l’incendio sia scoppiato accidentalmente.

fIl rogo avrebbe avuto origine in un magazzino del vicolo Manno, di proprietà del signor Antonino Casola, anche se su questo fronte le indagini sono in corso. Poi con il vento il fuoco è divampato ancor di più estendendosi fino ad incendiare anche il tetto di un appartamento disabitato, di proprietà della famiglia Argento che vive a Sciacca. Solo l’intervento di un gruppo di cittadini volontari e dei carabinieri di Cattolica Eraclea, coordinati dal maresciallo Fabio Natale, ha tamponato i danni in attesa dell’arrivo dei pompieri. Sarebbero state lambite dalle fiamme anche altre due abitazioni confinanti. L’intervento dei vigili del fuoco ha messo poi fine, intorno alle 19, all’incendio che poteva evidentemente creare altri danni. Sul luogo anche il capo dell’ufficio tecnico del Comune di Cattolica Eraclea, architetto Nino Catania, che ha disposto, d’accordo coi carabinieri e i vigili del fuoco, l’immediato transennamento del cortile Catalanotto, visto che la struttura colpita dalle fiamme risulta pericolante per l’incolumità pubblica. (CAGI)

cc v

fvfDa: Giornale di Sicilia