CRONACA. Arrestato il presunto assassino del commerciante scomparso a Favara

Rosario Stuto - foto agrigentonotizie.itDopo essere stato sequestrato sarebbe stato ucciso il commerciante di Serradifalco scomparso quattro giorni fa a Favara.

I carabinieri del reparto operativo di Agrigento e quelli della tenenza di Favara hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto il diciannovenne Rosario Stuto, macellaio favarese, primo e unico indagato per la scomparsa di Luigi Salvo, 34 anni, di Serradifalco, di cui si sono perse le tracce giovedì scorso.

luigi salvoSecondo la ricostruzione dei militari dell’Arma, il nisseno sarebbe salito a bordo della Fiat Punto di Rosario Stuto, sul lato passeggero, e dopo essere stato sequestrato, sarebbe stato ucciso. I carabinieri sono riusciti a risalire all’autovettura e al proprietario grazie alla dettagliata descrizione della moglie del commerciante nisseno.

A bordo dell’auto i militari del Ris di Messina hanno rinvenuto diverse macchie di sangue, probabilmente appartenenti all’uomo scomparso. Interrogato dai giudici, il diaciannovenne favarese ha rilasciato dichiarazioni contrastanti e confusionarie. Così i sostituti procuratori della Repubblica di Agrigento che coordinano l’inchiesta, Gemma Miliani e Adriano Scudieri, hanno confermato lo stato di fermo contestando al giovane i reati di sequestro di persona, omicidio ed occultamento di cadavere.

Articoli correlati…

CRONACA. Giovane commerciante scomparso a Favara, forse un caso di lupara bianca