SOLIDARIETA’. Bivona, inaugurata la Casa del Sorriso per donne disagiate

dInaugurato nella città delle pesche il centro per il recupero di donne disagiate.

La cooperativa sociale Giovenale, nata nel dicembre scorso a seguito di un percorso di formazione e avvio all’impresa del Centro Studi Pirandello, ha inaugurato la “Casa del sorriso”, centro per il recupero di donne disagiate.

dLa struttura, sita in contrada Scaldamosche, è predisposta per l’accoglienza di 10 soggetti con altrettanti minori che vivono in uno stato di disagio socio-economico, i quali saranno seguiti dai soci della cooperativa con un valido supporto psicologico: il reinserimento sociale avverrà sia attraverso il supporto allo svolgimento delle attività quotidiane sia attraverso l’organizzazione di attività culturali e ricreative.

dIl personale della Casa del Sorriso assicura un appoggio e un sostegno che arrivano a seguito di un percorso formativo come esperti nella prevenzione e nel recupero di minori. “Quello che intendiamo creare è un circuito socio-assistenziale sano, che insista sul territorio e crei sinergia tra gli enti e le istituzioni, al fine di reinserire nella società tutti quei soggetti, prevalentemente donne, che si trovano in situazioni di disagio”, spiega lo psicologo clinico Cristina Di Lio, presidente della cooperativa Giovenale.