MAFIA. Cattolica, 54° anniversario del delitto del sindaco-contadino Giuseppe Spagnolo

busto bronzo giuseppe spagnoloSette colpi di lupara sparati da distanza ravvicinata da tre o quattro sicari della mafia locale.

Così è stato ucciso in contrada Bissana, tra Cattolica Eraclea e Cianciana, la notte tra il 13 e 14 agosto 1955, Giuseppe Spagnolo, dirigente politico e primo sindaco di Cattolica Eraclea dalla fondazione della Repubblica. Oggi ricorre il 54° anniversario della morte, i familiari hanno deposto una corona di fiori davanti al busto di bronzo a lui dedicato nella villetta pubblica in via Enna a Cattolica Eraclea.

fIl contadino Giuseppe Spagnolo, insieme all’allora studente universitario Francesco Renda, fondò nel 1945 la cooperativa La Proletaria con la quale gestivano le terre incolte dei nobili latifondisti dopo averle conquistate con le occupazione delle terre e aspri scontri con i gabelloti e i campieri della mafia al servizio dei padroni. Spagnolo fu attivista e segretario del Partito comunista locale e della Camera del Lavoro e stimato leader del movimento contadino.

DELITTO DI PRESTIGIO. La storia di Giuseppe Spagnolo, dirigente politico ucciso dalla mafia. Di Calogero Giuffrida. Prefazione di Francesco Renda. Istituto Gramsci Siciliano. Palermo, 2005. 

SCARICA IL LIBRO