AGRIGENTO. Consiglio provinciale, slitta l’approvazione del piano di alienazione degli immobili

Erano in quindici i consiglieri presenti nella seduta di ieri sera, presieduta dal consigliere anziano Riccardo Gallo per l’approvazione del piano di alienazione degli immobili provinciali. Il punto all’ordine del giorno era stato rinviato ad oggi per mancanza del numero legale.

All’inizio dei lavori si sono registrati gli interventi dei consiglieri Guarraci, Cammilleri e Ripepe che hanno preso atto della mancanza in Consiglio Provinciale di rappresentanti della Giunta D’Orsi. Su proposta del consigliere Arturo Ripepe è stato votata, all’unanimità dei presenti, la richiesta al Presidente del Consiglio Raimondo Buscemi di convocare una seduta del Consiglio per discutere dell’aeroporto in provincia di Agrigento alla luce del sopralluogo fatto ieri dall’Enac. La data sarà decisa in sede di riunione della commissione dei capigruppo.

Sulla votazione del piano di alienazione degli immobili provinciali ha preso la parola Roberto Gallo che ha censurato l’assenza dell’Amministrazione, dichiarando il suo voto contrario. Per dichiarazione di voto il consigliere Orazio Guarraci, pur prendendo atto del dimezzamento del piano, ha espresso il suo voto favorevole alla proposta chiedendo ai Consiglieri presenti di approvare il piano.

Il consigliere del PD Daniele Cammilleri ha invece evidenziato delle perplessità  di natura giuridica sul provvedimento e ha dichiarato l’uscita dall’aula del gruppo dei consiglieri del PD  Girasole, Cammilleri e Di Ventura.

A questo punto il consigliere Nino Spoto ha chiesto la verifica del numero legale. Dall’appello sono risultati presenti 12 consiglieri provinciali sui 14 richiesti dalla legge e la seduta è stata chiusa per mancanza del numero legale. Il Consiglio dovrà essere nuovamente convocato.