IMMIGRAZIONE. Parte da Lampedusa la protesta contro il reato di clandestinità

sbarco a porto empedocle“Stranieri di nome, italiani di fatto”, parte sabato il viaggio dei Giovani democratici per promuovere l’integrazione.

L’obiettivo è quello di accendere i riflettori sulle diverse facce dell’immigrazione nel nostro paese, sugli aspetti negativi (come i respingimenti e il lavoro nero) e su quelli più positivi (come il comune di Novellara, con il primo assessore italo-marocchino in Italia).

“Il governo di centrodestra – accusa il segretario nazional dei Gd, Fausto Raciti – con l’introduzione del reato di clandestinità, la violazione del diritto internazionale sul diritto d’asilo e i messaggi politici che sta mandando, mina alle basi il futuro del nostro paese”.

La prima tappa sarà a Lampedusa, dove si terrà un incontro con, tra gli altri, Laura Boldrini, gli scrittori Milton Fernandez e Karim Metref, Fernanda Contri. A organizzare l’appuntamento, accanto ai Gd, sono anche diverse associazioni e singoli esponenti della G2, la seconda generazione, figlia di immigrati. Tra le adesioni, si evidenziano anche quelle dei Giovani musulmani e dei Giovani ebrei.

L’appello lanciato dai Gd ha già ricevuto numerose adesioni, tra le quali quelle di Gad Lerner, Amara Lakhous, Giancarlo Bosetti e Shukri Said. Il viaggio si concluderà in autunno, con una grande manifestazione sui temi dell’immigrazione, che sarà organizzata insieme ad associazioni, movimenti sindacali e altre realtà impegnate nella costruzione di una società multietnica.

I giovani democratici della provincia di Agrigento – dichiara Salvatore Gazziano  segretario provinciale dei GD – accolgono con grande entusiasmo la scelta della segreteria nazionale dei GD di svolgere a Lampedusa la prima tappa della campagna nazionale “Stranieri di nome, italiani di fatto”.

Il fenomeno dell’immigrazione oggi merita grande attenzione specialmente nella nostra provincia e iniziative come questa aiutano a far crescere tra le giovani generazioni la cultura dell’accoglienza e dell’integrazione tra i vari popoli.