AMBIENTE. Inquinamento a Monserrato, potenziate le centraline di rilevamento

AGRIGENTO – Inquinamento di Monserrato, la Provincia Regionale di Agrigento tramite l’assessorato all’ambiente è già sul campo per potenziare il sistema di rilevamento nella zona compresa tra Agrigento, Porto Empedocle ed il popoloso quartiere di Monserrato.

Il Presidente Eugenio D’Orsi, in sintonia con l’assessore all’ambiente, Pietro Macedonio, ha dato mandato al direttore del settore, ing. Bernardo Barone, di mettere in atto, pur nelle ristrettezze di un esiguo bilancio, tutte le strategie necessarie per un continuo e costante controllo dei tassi di inquinamento di questa ampia zona.

L’Ente ha già provveduto a predisporre il progetto che prevede il potenziamento del sistema di rilevamento con le centraline che terranno costantemente sotto controllo il livello di inquinamento prodotto dalle polveri che vengono disperse nell’aria.

Da tempo, il settore diretto dall’ing Barone è impegnato su vasta scala per monitorale i livelli di inquinamento del territorio e  sviluppare adeguati interventi. In merito alle polveri di Monserrato, più volte la Provincia ha effettuato visite di controllo agli impianti segnalando eventuali disfunzioni nei sistemi di abbattimento delle polveri.

“E’già in corso di definizione da parte del Settore Ambiente – dice il direttore Bernardo Barone – l’iter per il riavvio della Rete di monitoraggio della qualità dell’aria e del laboratorio Mobile per il rilevamento dell’inquinamento atmosferico.

Novità  nell’ambito della progettazione del servizio, al fine anche di ottimizzare le risorse umane ed economiche e nell’ottica di una fattiva collaborazione, si è ritenuto opportuno stabilire un rapporto di collaborazione con idonee strutture di supporto tecnico”.

A giorni verrà  firmato un Protocollo d’Intesa con l’Agenzia Regionale Protezione Ambiente per la gestione del sistema di monitoraggio dell’inquinamento atmosferico della Provincia Regionale di Agrigento.