SCIACCA. Alcol nei locali dopo le due di notte, segnalato il titolare di un pub

aMilitari della Compagnia della Guardia di Finanza di Sciacca, durante un controllo notturno all’interno di un locale saccense, finalizzato a verificare il rispetto della normativa in materia di vendita e somministrazione di bevande in genere, hanno constatato la somministrazione di bevande alcoliche ad un cliente oltre l’orario consentito.

La legge n. 160 del 2 ottobre 2007, , promulgata dal legislatore al fine di contenere il crescente tasso di incidentalità sulle strade mediante linee di intervento preventivo, prevede, tra le altre cose, all’art. 6, per tutti i titolari e i gestori di locali ove si svolgono, spettacoli o altre forme di intrattenimento, congiuntamente all’attività di vendita e di somministrazione di bevande alcoliche, l’obbligo di interrompere la somministrazione di tali bevande dopo le ore 2 della notte e di assicurarsi che all’uscita del locale sia possibile effettuare, in maniera volontaria da parte dei clienti, una rilevazione del tasso alcolemico.

 Non è la prima volta che le fiamme gialle della locale Compagnia contestano la somministrazione di alcolici oltre le ore 2 della notte all’interno di locali del circondario saccense. Come nelle precedenti circostanze, l’infrazione rilevata dai militari della Guardia di Finanza è stata segnalata all’Ufficio Territoriale del Governo di Agrigento per le valutazioni di competenza in ordine all’applicazione della sanzione prevista, ovvero la chiusura del locale da sette a trenta giorni. L’attività di controllo delle fiamme gialle del Comando Provinciale di Agrigento, volta a contrastare il rischio derivante dall’abuso di bevande alcoliche, in particolare tra i giovani, proseguirà senza soluzione di continuità.