CALCIO E MAFIA. Caso Akragas, il sindaco Zambuto: “Sconcertato per le dichiarazioni di Sferrazza”

cIl sindaco di Agrigento Marco Zambuto è “rimasto sconcertato” per le dichiarazioni del presidente dell’Akragas, Gioacchino Sferrazza, che ha dedicato la vittoria della squadra “all’amico fraterno Nicola Ribisi”, presunto boss mafioso di Palma di Montechiaro. 

“Non capisco – dice il sindaco – cosa abbiano a che fare con lo sport tali dichiarazioni e non posso tollerare che ciò avvenga all’interno di una struttura comunale e da parte di chi rappresenta una grande fetta della realtà calcistica agrigentina. – aggiunge – . Quando si assume un ruolo di particolare evidenza occorre avere la responsabilità di capire quello che si dice. Una cosa è certa – sottolinea Zambuto -, la città non si riconosce in quanto affermato dal presidente dell’Akragas. Ribadiamo il nostro appoggio alla questura, alla squadra mobile, alla Dda e a quanti – conclude il sindaco- si battono per estirpare dal nostro territorio la criminalità mafiosa”.

Articoli correlati…

Giustizia sportiva: potrà essere deferito il presidente amico del boss 

Caso Akragas, indaga la Procura della Repubblica di Agrigento

Il Questore: “Siamo tornati indietro di 40 anni”

Arnone: “Mai più un soldo all’Akragras da Comune e Provincia”