CALCIO E MAFIA. Caso Akragas, Alfano: “Mortificata una terra che vuole combattere la mafia”

alfanoIl Guardasigilli Angelino Alfano, ieri, ha telefonato al questore di Agrigento, Girolamo Di Fazio, esprimendo soddisfazione per la scelta di revocare la licenza, a svolgere manifestazioni di pubblico spettacolo, al presidente dell’Akragas, Gioacchino Sferrazza.

Lo afferma in una nota l’Ufficio Stampa del ministero della Giustizia. Il ministro Alfano ha stigmatizzato la vicenda – continua la  nota – perchè penalizza e mortifica una terra che, con impegno e sacrificio, segue un difficile percorso di emancipazione dalle efferate logiche criminali e che, nello sport, vuole trovare il suo riscatto civico e morale.

La scelta del questore Di Fazio, in quest’ottica, è un gesto di straordinaria importanza – conclude la nota – poiché afferma con forza quei principi di legalità e giustizia che si accompagnano sempre al rispetto verso coloro che ogni giorno lottano contro la criminalità organizzata e nei riguardi di chi, su questo terreno, si è spinto sino all’estremo sacrificio.