RIBERA. Pronto il bando per l’affidamento ai giovani dei beni confiscati alla mafia

beni antimafiaE’ già pronto il bando del Comune di Ribera per l’affidamento dei beni confiscati alla mafia.

La Giunta municipale guidata dal sindaco Antonino Scaturro ha approvato una delibera con la quale ha assegnato al dirigente che si occupa del procedimento la somma di 480 euro per i diritti di inserzione sulla Gurs del bando pubblico che consentirà ad associazioni giovanili o cooperative sociali di ottenere l’affidamento in concessione a titolo gratuito dei beni, terreni e caseggiati, confiscati a famiglie di Cattolica Eraclea.

beniSi sono già mostrati interessati all’affidamento alcune cooperative giovanili regionali e nazionali come Libera.Dovranno essere assegnati un terreno di circa 20 mila metri quadri in località Monte di Sara, tra Cattolica e Ribera, confiscato a Domenico Terrasi, il cui valore è stimato in 28 mila euro, e due appezzamenti di terreno agricolo appartenenti alla famiglia Amodeo, con un noceto e una masseria, il cui valore complessivo ammonterebbe a circa 90 mila euro.