LOTTA ALLA MAFIA. I parlamentari agrigentini rispondono all’appello di Confindustria

catanzaroIl presidente di Confindustria Agrigento, Giuseppe Catanzaro, interviene per rendere pubblico l’apprezzamento da parte degli imprenditori nei confronti dei parlamentari che hanno ben compreso la gravità della situazione.

Domenica alle ore 10,  ha comunicato Catanzaro, è previsto un incontro presso la sede di Confindustria Agrigento tra i parlamentari e i componenti del  comitato di presidenza per individuare come portare all’attenzione del Governo del Paese  i gravi effetti prodotti dalla mafia nella  regione  e quindi dagli attentati e dalle minacce ai danni degli imprenditori. All’incontro sarà presente anche il presidente della Camera di Commercio Vittorio Messina.

“Ritengo doveroso – ha puntualizzato Catanzaro – anche a nome degli imprenditori ringraziare tutti i parlamentari per le attenzioni che hanno voluto riservare agli imprenditori sul tema del racket e delle estorsioni. Ribadiamo che  occorre partire da una semplice considerazione:
“La mafia ad Agrigento e provincia è forte perché lo Stato non riesce nonostante l’impegno nel territorio,  a migliorare  le strategie e  gli strumenti che utilizza per debellarla. 

L’incontro deve servire a promuovere lo sviluppo nel territorio e quindi  attrarre nuove iniziative  e sostenere le imprese che già ci sono. Ma  se c’è la mafia questo non  è possibile. Non possiamo  continuare – aggiunge Catanzaro – a pensare che, dopo decenni, nonostante arresti e condanne, la criminalità organizzata  continui  a fare attentati ed intimidire gli imprenditori. 

Tutto ciò  che alimentano pochi mafiosi deve  essere debellato con forza e coraggio: lo  dobbiamo ai nostri tanti cittadini che fanno la loro parte. Il Governo ed il Ministro Maroni hanno saputo fronteggiare è risolvere in poco tempo   il grave fenomeno degli sbarchi di cittadini irregolari. E’ auspicabile – conclude il presidente degli industriali agrigentini – che partendo da questo esempio  una volta è per tutte si estirpi il fenomeno  mafia che offre ed assicura a pochi ricchezze e , per contro, alimenta per  intere collettività di gente normale e perbene violenze, minacce e drammi sociali anche e soprattutto socio economici”.