LAVORI PUBBLICI. Provincia di Agrigento, appravato il Piano trieannale delle opere pubbliche

L’assessore provinciale ai Lavori pubblici, Luigi Argento, esprime grande soddisfazione per l’approvazione del Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2009-2011, un piano che risponde in maniera attenta alle richieste di sviluppo del  territorio come quello della provincia di Agrigento.

“L’iter dell’approvazione di questo importante atto di programmazione dell’attività della Provincia – dice  Argento – ha avuto un percorso politico amministrativo lungo e partecipato. L’assessorato ha avviato un periodo di ascolto delle esigenze del territorio con incontri avvenuti con la commissione consiliare LL. PP, con i capigruppo consiliari e con le Amministrazioni Comunali.

E’ emersa inoltre l’esigenza di aggiornare il piano in base ai nuovi strumenti di programmazione territoriale, di alleggerirlo di opere ormai non più fattibili e di definire meglio priorità e scelte nuove. Essendo il piano delle OO.PP. non statico ma dinamico, questo lavoro potrà proseguire con uno spirito collaborativo e di disponibilità fra le forze politiche guardando con nuova visione prospettica la nostra provincia e le mutate esigenze dei Comuni.

L’amministrazione, con questa prima sua proposta di programma triennale delle OO.PP., ha cercato di delineare la sua progettualità con il programma di governo approvato dai cittadini. Il lavoro di dialogo e di disponibilità reciproca ha prodotto un buon atto di programmazione che ha consentito di raggiungere il giusto equilibrio fra tutti, condividendo scelte importanti, e di delineare le priorità da realizzare.

La proposta dell’amministrazione conteneva uno schema di programma che poneva particolare attenzione alla viabilità ordinaria e straordinaria, all’edilizia scolastica e alla messa in sicurezza degli edifici. Esprimo apprezzamento anche per la contestuale condivisione del piano di riqualificazione della viabilità secondaria, che utilizza i fondi ex-ponte pari a 33 milioni di euro suddivisi in 11 milioni  per ciascuna annualità. Il piano è infatti stato approvato dall’Assessorato regionale ai LL.PP. ed ha avuto il via libera da parte del Ministero delle Infrastrutture che ha già provveduto all’erogazione delle somme.

E’ necessario rilevare che i limiti di spesa dettati dal patto di stabilità hanno imposto una rigorosa razionalizzazione del programma delle opere pubbliche, che ha dovuto tener conto di questi vincoli, oltre che di una previsione realistica degli incameramenti.  In questo senso, valutate anche l’esiguità e l’incertezza dei finanziamenti regionali, occorrerà impegnarsi di concerto con la Giunta per il reperimento di nuove risorse, come i fondi europei”.