CRONACA. Maxi controllo dei carabinieri in Provincia: scattano arresti e denunce per vari reati

ccArresti, denunce, armi rinvenute. E’ il bilancio di un maxi controllo del territorio disposto dai carabinieri del comando provinciale di Agrigento.

I militari dell’Arma hanno conseguito i seguenti risultati: 4 persone arrestate; 20 persone denunciate in stato di libertà; 675 persone controllate e identificate; 3 armi sequestrate; 60 grammi di droga sequestrata; 7 perquisizioni domiciliari;  84 perquisizioni personali; 90 contravvenzioni elevate  (importo €. 6.480,00); 2 automezzi sequestrati; 5 carte di circolazioni ritirate; 10 patenti ritirate; 88 esercizi pubblici controllati; 14 contravvenzioni esercizi pubblici; 195 carabinieri impiegati; 67 automezzi impiegati; 2 natanti impiegati: Queste le persone tratte in arresto nel corso del servizio coordinato. A Favara per il reato di violazione alle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione,  Ben Hamed Mahdi, 19 anni, tunisino, senza fissa dimora.

A Canicattì, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti,  Rosario Maurizio Ferrera, 28 anni, del luogo, disoccupato, pregiudicato per reati specifici, poiché, a seguito di perquisizione domiciliare in un’abitazione nella disponibilità del medesimo, venivano rinvenuti e sequestrati: gr. 3,29 di cocaina; gr. 31 hashish; somma contante di € 7300, presumibilmente provento di spaccio.

A Licata, per evasione dagli arresti domiciliari. Arrestato Stefano Castrogiovanni, 32 anni, del luogo, disoccupato, pregiudicato, sottoposto agli arresti domiciliari. lo stesso veniva trovato in un esercizio pubblico del luogo intento a consumare bevande alcoliche.

Ed anche, in esecuzione di ordine di carcerazione, Gaetano Greco Polito, 63 anni , del luogo, agricoltore, dovendo scontare anni 2, mesi 4 e giorni 10 di reclusione, poiché responsabile di associazione per delinquere, usura continuata in concorso e tentata estorsione in concorso commessi in Licata dal 2004 al 2007.