ANTIRACKET. Cutrò: “Nessun imprenditore sia lasciato solo in una battaglia che è di tutti”

cutròIl presidente di “Libere Terre” chiede “risposte reali e celeri agli imprenditori che decidono di alzare la testa contro i propri estortori”.

L’associazione antiracket “Libere Terre” esprime la propria soddisfazione per le iniziative portate avanti in queste settimane da Confindustria Agrigento, mirate a sollecitare la politica e le istituzioni alla lotta al racket delle estorsioni, e che porterà mercoledì prossimo a un incontro tra il presidente Catanzaro alla il presidente della commissione antimafia Giuseppe Pisanu.

“Sono felice che Confindustria stia proseguendo quanto da noi iniziato questa estate in termini di sensibilizzazione delle istituzioni – dichiara il presidente dell’associazione Ignazio Cutrò – perchè si possa dare risposte reali e celeri agli imprenditori che decidono di alzare la testa contro i propri estortori. Ci auguriamo però che questi e ad altri incontri siano seguiti da interventi da parte di chi di competenza perchè nessun imprenditore sia lasciato da solo a combattere una battaglia che è di tutti”.