BENI CONFISCATI. Il Comune di Cattolica Eraclea aderisce al Consorzio Agrigentino per la legalità e lo sviluppo

bAnche il  Comune di Cattolica Eraclea entra a far parte del Consorzio Agrigentino per la legalità e lo sviluppo che si occupa della riqualificazione dei beni confiscati alla mafia.

L’adesione è stata votata all’unanimità dall’Assemblea dei sindaci dei Comuni di Agrigento, Canicatti, Favara, LIcata, Naro, Palma di Montechiaro, e Siculiana, presieduta dal sindaco canicattinese Enzo Corbo.