RACKET. Solidarietà di Confindustria all’imprenditore Salamone dopo l’intimidazione a Favara

Sull’intimidazione all’impresa che sta realizzando la nuova tenenza dei carabinieri di Favara interviene il presidente di Confindustria Agrigento che ha voluto rendere pubblico l’apprezzamento per l’imprenditore Salamone che ha prontamente denunciato ai carabinieri l’atto intimidatorio subito.

Catanzaro ha altresì  voluto  rendere pubblico che “i Carabinieri   – come le altre forze di polizia  – oltre ad essere, anche sotto il profilo umano, vicini a chi denuncia sono impegnati a perseguire coloro i quali pensano di poter intimidire o minacciare e di condizionare le attività degli operatori economici.

E’ utile ribadirlo ancora una volta –  ha puntualizzato  Catanzaro a nome degli imprenditori di Confindustria  – ad ogni intimidazione corrisponderà una denuncia e un ennesimo rifiuto a pagare il  pizzo  o ,a ncora peggio, a soggiacere a chi con la violenza pensa di continuare a condizionare il libero svolgimento delle attività produttive.

Attorno a Salamone ed a tutti gli imprenditori che collaborano con le forze dell’ordine e la magistratura – ha concluso il rappresentante Confindustria Agrigento – continueremo ad essere a loro  vicini perché le  denunce delle vittime sono atti di civiltà che sosterremo anche nei Tribunali per vedere condannare gli autori di minacce ed  estorsioni che sono alle soglie del 2010  oltre modo fuori tempo”.

Articoli correlati…

FAVARA. Intimidazione all’impresa che sta realizzando la nuova caserma dei carabinieri