AMBIENTE. Agrigento, due discariche abusive sequetrate dalla Polizia provinciale

discaricaLa Polizia Provinciale ha sequestrato di due discariche abusive in territorio di Agrigento.

Eternit, plastiche, elettrodomestici, mobili in disuso, materiali inerti provenienti da demolizioni e ristrutturazioni di immobili e soprattutto una gran quantità di pneumatici sono le tipologie di rifiuti abbandonati, che inquinano e deturpano il nostro territorio con sempre maggiore frequenza.

 “Un malcostume duro da sradicare dalla mentalità di molti cittadini” – dice l’assessore alla Polizia Provinciale Piero Macedonio. “Un caso limite  – a ggiunge -è rappresentato dalla paradossale situazione che gli agenti e gli ufficiali della Polizia Provinciale hanno dovuto fronteggiare nella giornata di mercoledì scorso, quando si sono trovati, allertati da alcuni cittadini della zona, nei pressi dell’hotel Kaos, di fronte ad una catasta di rifiuti depositata certamente nella nottata precedente, che impediva di fatto ai residenti di potersi allontanarsi dal proprio domicilio e ad altri di farvi rientro”.

A quel punto l’Ufficio Tecnico della Provincia, messo a corrente della situazione, ha messo a disposizione una squadra di pronto intervento che ha ripristinato i livelli minimi di transitabilità al fine di consentire ai residenti in zona di poter passare con le proprie auto. Questo nonostante la strada occupata dai rifiuti sia di proprietà comunale.

Successivamente l’intera area è stata posta sotto sequestro giudiziario e sono in corso le indagini per cercare di risalire agli autori dei gravi illeciti ambientali.