SVILUPPO. Menfi, via libera al “Centro Commerciale Naturale”

menfi“Sono soddisfatto del lavoro fatto fin qui fatto”, ha dichiarato il sindaco Michele Botta.

 Per la prima volta assieme commercianti, artigiani, operatori turistici e dei servizi per rivitalizzare le attività produttive e l’economia cittadina, ma anche promuovere le imprese e il centro storico. Sono già ventotto al momento le società e le imprese aderenti al Centro Commerciale Naturale “Centro Storico di Menfi”, ma a queste si potranno aggiungere in un secondo tempo anche altre aziende ed associazioni.

La proposta dell’amministrazione Botta ieri sera ha avuto il via libera dal consiglio comunale. L’associazione “Centro Storico di Menfi” farà anche da incubatore per catalizzare finanziamenti regionali e comunitari per rilanciare le attività, garantire occupazione e reddito a quanti operano nel settore.

Soddisfatto il sindaco Michele Botta e l’assessore alla programmazione economica, Ignazio Napoli, il quale, assieme al rappresentante dell’Associazione, Vincenzo Vetrano, sta curando tutto l’iter di accreditamento con la collaborazione dell’Ufficio Sviluppo del Comune.

 “Sono soddisfatto del lavoro fatto fin qui fatto – ha dichiarato il sindaco Michele Botta – perché la nascita dell’associazione ci aiuterà molto a programmare iniziative ed interventi per risollevare questi importanti settori dell’economia cittadina. È un fatto importante perché, al di la della crisi congiunturale, rappresenta comunque la volontà delle imprese di voler animare l’economia cittadina”.

 “Stiamo operando – ha sottolineato Napoli – verso una direzione comune che vede i commercianti confrontarsi con un soggetto giuridico completamente nuovo che ci aiuterà nel dialogo con gli operatori, capirne i bisogni e nel caso intervenire con maggiore sicurezza e tempestività. E poi, il fatto stesso di trovarsi tutti attorno ad un tavolo, imprese, cittadini e ente pubblico, fa si che non vi sia un dispendio di energie”.

L’atto successivo sarà l’invio di tutta la documentazione all’assessorato regionale al Commercio, Artigianato e Pesca per il riconoscimento.