AGRIGENTO. Due giovani favaresi arrestati per estorsione dopo un inseguimento

ccI due hanno picchiato a sangue la vittima minacciandola di lanciarla nel vuoto da un viadotto.

I carabinieri della tenenza di Favara a conclusione di articolate indagini hanno arrestato per estorsione Rosario Cristoforo La Rosa, operaio di 22 anni, e Carmelo Luparello, nullfacente di 31 anni, entrambi di Favara.

carmelo luparellorcI fatti risalgono al 3 novembre scorso. In piazza Cavour ad Agrigento i due arrestati hanno aggredito un giovane (le cui generalità non vengono rese note) minacciandolo e colpendolo con bastoni di legno al fine di farsi consegnare una somma di denaro a fronte di un presunto danneggiamento da parte della vittima dell’aggressione, della vettura di proprietà di Carmelo Luparello. Nell’occasione i due soggetti, secondo la ricostruzione dei carabinieri, hanno fatto salire il giovane  abordeo della loro auto, lo hanno condotto su un viadatto e minacciato di gettarlo nel vuoto. Gli stessi hanno desistito dal continuare poiché le urla del giovane hanno attirato l’attenzione di alcuni automobilisti.

L’epilogo della vicenda ieri con l’arresto. I carabinieri della tenenza di Favara e del Nucleo radiomobile della compagnia di Agrigento hanno seguito la vittima dell’aggressione a sua insaputa mentre si incontrava nuovamente con Cristoforo La Rosa e Carmelo Luparello in piazza Stazione ad Agrigento. I militari sono intervnuti e subito dopo un breve ma concitato inseguimento hanno bloccato i due soggetti immediatamente dopo al momento in cui la vittima consegnava loro un’altra somma di denaro estorta indebitamente.

Gli arrestati sono stai rinchiusi nel carcere agrigentino di contrada Petrusa.