INFRASTRUTTURE. Agrigento, D’Orsi incontra forze produttive e sindacati in vista della manifestazione pro-aeroporto

Il presidente della Provincia Eugenio D’Orsi ha incontrato le forze produttive, le organizzazioni sindacali, le organizzazioni di categoria l’associazionismo, in vista della manifestazione a favore della realizzazione dell’aeroporto di Agrigento in programma il 28 novembre.

Ai rappresentati presenti nell’aula Giglia D’Orsi ha chiesto la loro disponibilità ad essere presenti giorno 28 novembre per chiedere alla classe politica e al Governo Nazionale la realizzazione della struttura aeroportuale.

 “Ci stiamo impegnando ad organizzare una grande manifestazione – ha detto D’Orsi – a cui, ci attendiamo,  partecipino il mondo del lavoro, le forze produttive, l’associazionismo e la società civile per dimostrare che la nostra provincia crede veramente nello sviluppo e si vuole battere per creare le condizione per uscire dalla marginalità territoriale e culturale. Questa provincia in passato non sempre è scesa in piazza per rivendicare il proprio diritto a condizioni sociali e ed economiche migliori.

Con la collaborazione di tutti, questa volta, intendiamo manifestare la ferma determinazione perché l’aeroporto sia realizzato. Non è una battaglia di questo Presidente è una battaglia di un’intera provincia che vuole svilupparsi e vedere realizzate quelle infrastrutture che servono per una vera crescita sociale ed economica”.       

Nel corso dell’incontro massima disponibilità a partecipare alla manifestazione del 28 novembre è stata manifestata dai numerosi responsabili delle organizzazioni sindacali presenti, dalle organizzazioni di categoria e dalle forze produttive. Hanno perso la parola Roberto Migliara per la Cisl, il quale ha chiesto che prima del 28 novembre si tenga un altro incontro per organizzare materialmente la manifestazione. Condivisione dell’iniziativa è venuta da Rosa Rizzo Pinna della Confartigianato, la quale ha sottolineato che se Agrigento é abbandonata la colpa é di tutti. «Il diritto alla scelta politica – ha detto – é un diritto di analisi sull’operato dei politici». Enzo Baldanza della Cgil ha ribadito che nei cittadini c’é sfiducia nella politica accumulata nel tempo». Piero Giglio rappresentante dell’Unione Industriali ha detto che «noi ci saremo, specialmente se qualcuno vuol mettersi di traverso». Una richiesta di maggiore coinvolgimento è arrivata da Aldo Broccio che ha ricordato come la Uil é sempre stata per l’aeroporto, da Pippo Spataro (in rappresentanza dei consumatori), Eugenio Bartoccelli (Ugl) e Tonino Casesa (Consorzio Asi). All’incontro erano presenti anche numerose agenzie di viaggio ed il Presidente del Consorzio turistico di Agrigento Gaetano Pendolino.