AGRIGENTO. Un caso di influenza A alla media “Pascoli”, nel panico alunni e genitori

influenza aI genitori non mandano più i figli a scuola per paura del virus.

Un ragazzino di 12 anni che frequenta una classe dell’istituto “Pascoli” di Agrigento è stato ricoverato all’ospedale “San Giovanni di Dio” per un accertato caso di influenza A/H1/N1.

Il dodicenne è risultato positivo al tampone rino-faringeo con cui viene rilevato il virus. Il ragazzino reagisce bene alle cure e dovrebbe guarire presto.

Aumentano comunque i casi di influenza A/H1/N1 nell’Agrigentino, positiva al tampone rino-faringeo sarebbero già risultatati una donna agrigentina, due bambini ricoverati nel reparto di pediatria del “San Giovanni di Dio”, e altri casi segnalati a Sciacca.

Cresce la paura tra gli agrigentini, panico nella scuola di via Dante dove è stato accertato l’ultimo caso: per paura di un contagio alcuni genitori non mandano figli a scuola. Allarme immotivato secondo il dirigente scolastico del “Pascoli” Patrizia Marino e secondo gli esperti.

“Siamo in costante contatto con l’Asp – assicura la Marino al Giornale di Sicilia –  e se ci saranno nuovi casi saremo i primi ad avvisare le famiglie alle quali continuiamo a ripetere che occorre che i loro figli frequentino le lezioni anche perché il periodo di incubazione, della durata di tre giorni, è potenzialmente finito”.

Secondo Gaetano Geraci, dirigente del settore epidemiologico dell’Asp di Agrigento, “sia gli studenti che le loro famiglie devono stare tranquilli, perché non c’è nessun pericolo di contagio”.