LEGGI ANTIRACKET. Agrigento, Silvana Gatto boccia la proposta di Libere Terre

silvana gattoProseguono le iniziative per incoraggiare imprenditori e commercianti a denunciare, l’invito è quello di “fare squadra”..

Silvana Gatto, presidente “Lo Mastro onlus”, l’associazione agrigentina contro il racket e l’usura, boccia la proposta di Ignazio Cutrò e “Libere terre”, di una nuova legge che risarcisca gli imprenditori danneggiati da fenomeni malavitosi e che decidono di ribellarsi denunciando gli estorsori.

“Una legge antiracket e antiusura c’è già ed è una buonissima legge, il mio appello è quello di non toccarla perché a via di modificarla la si può danneggiare”. Così si è espressa Silvana Gatto, da anni sul fronte antiracket e antiusura, durante la trasmissione di Lelio Castaldo, “Nuove Opinioni”, in onda  ieri sera su Teleacras. Durante l’intervista il presidente “Lomastro onlus” ha esortato commercianti e imprenditori a denunciare le richieste della criminalità. La Gatto ha anche rivolto un invito ai giornalisti a non abbassare l’attenzione sul problema dell’usura e del pizzo, sottolineando come difficilmente, a suo dire, certe denunce riescono a trovare spazio sugli organi di informazione. 
 
Articoli correlati…