MAFIA. Operazione Minoa, scarcerato l’imprenditore di Ribera Marco Vinti

marco vintiE’ stato scarcerato questa sera Marco Vinti, l’imprenditore di Ribera arrestato nell’ambito dell’operazione antimafia “Minoa” con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa.

La decisione è del tribunale del Riesame di Palermo che ha ritenuto non ci siano i gravi indizi di colpevolezza che ne giustificano la misura cautelare in carcere.

Vinti, ritenuto a disposizione della famiglia mafiosa di Cattolica Eraclea capeggiata da Domenico Terrasi per conto del clan Capizzi di Ribera, è difeso dagli avvocati Vincenza e Nino Gaziano.

Nessuna notizia ancora del ricorso presentato nell’interesse di Damiano Marrella, presunto boss di Montallegro: l’udienza si è svolta oggi la decisione probabilmente sarà depositata domani.

Intanto domani davanti al tribunale della libertà di Palermo è prevista l’udienza per il riesame degli imprenditori cattolicesi Gaspare Tutino e Paolo Miccichè, rispettivamente difesi dagli avvocati Pietro Piro e Santo Lucia.

Anche gli altri arrestati (Domenico e Giuseppe Terrasi, Andrea Amodeo e Francesco Manno) hanno presentato istanza di scarcerazione, secondo il loro difensore, avvocato Ignazio Martorana, nnon sussistono i rischio di fuga, d’inquinamento delle prove e di reiterazione del reato.