MONTALLEGRO. Donna uccisa, attenti controlli sui telefoni e il pc della vittima

risSono già partiti i controlli del traffico telefonico della pensionata romana uccisa nell’Agrigentino.

Gli accertamenti sulle chiamate in entrata e in uscita del telefono di casa e del cellulare della vittima, avviati dai carabinieri del Nucleo investigativo di Agrigento guidati dal maggiore Salvo Leotta e dal tenente Roberto Di Nunzio, saranno sicuramente utili per ricostruire gli ultimi movimenti della vittima e capire quali sono le ultime persone contattate. Gli investigatori starebbero lavorando anche su un computer trovato a casa della donna.

Giovanna De Rossi, che si faceva chiamare Gianna, si era stabilita da oltre due anni a Montallegro dove aveva comprato un appartamento e dove proprio nelle scorse settimane aveva anche acquisito la residenza. La donna aveva lasciato la capitale per trasferirsi nel piccolo centro agrigentino anche per dei problemi alla tiroide, i medici le avevano consigliato di stare in un posto vicino al mare per via dello iodio. Montallegro era il luogo ideale, vicino alle spiagge di Torre Salsa, Bovo Marina ed Eraclea Minoa. E’ qui che Gianna ha trovato una terribile morte.

Da: Giornale di Sicilia