AGRIGENTO. Acqua, importante incontro tra Ato idrico, sindaci e Girgenti acque

Si è svolto ieri, 14 dicembre, alle ore 17 un incontro presso la sede dell’Ato idrico di Agrigento fra il presidente Eugenio D’Orsi, i sindaci dei Comuni del Cda, fra i quali il sindaco Marco Zambuto del Comune di Agrigento, e la Girgenti Acque s.p.a , rappresentata dall’amministratore delegato Giuseppe Giuffrida.  

Il consiglio di Amministrazione presieduto da Eugenio d’Orsi ha adottato il Regolamento di Utenza che sarà portato all’attenzione dell’ Azienda Sanitaria Provinciale: è stato portato all’attenzione dei sindaci presenti come documento unico e indispensabile. Successivamente il Regolamento sqrà trasmesso all’Assemblea dei Sindaci, Organo deputato all’approvazione che potrà apportare eventuali emendamenti.

Giuseppe Giuffrida, convocato per le contestazioni avvenute recentemente, è stato contestato dai consiglieri per le disfunzioni rilevate dagli utenti del servizio idrico, ed è stato quindi sollecitato a  fornire delle soluzioni esaurienti.

In particolare, il Comune di Sciacca, su sollecitazione del sindaco Vincenzo Bono,  si è  fatto riferimento al canone di depurazione: il Cda ha quindi ribadito che le bollette in corso di emissione per l’anno 2009 vengano detratte dall’aliquota relativa al canone di depurazione già esposto nel precedente anno.

Per la questione emersa recentemente nel Comune di Agrigento, Le parti hanno attestato che le bollettazione dei consumi idrici, emesse nell’anno 2009, sono state calcolate in modo presuntivamente dall’Ufficio tributi del Comune di Agrigento e verranno quindi ricalcolati.

Si è convenuto pertanto, alle more della definizione dei calcoli da effettuare di concerto tra gli uffici del Comune e quelli rilevati dalla Girgenti Acque, sulla base dei dati in possesso , di  procedere alla sospensione delle bollette relative ai consumi inoltrati ai contatori già sigillati con il relativo numero di matricola.

Devono essere pagate, secondo la scadenza indicata , le bollette riferite ai consumi forfettari emessi ai sensi dell’ art. 22 del regolamento del servizio idrico potabile.

L’ Amministratore geom. Giuffrida dovrà quindi effettuare delle verifiche da riferire agli organi di controllo.

Il Cda, presieduto da Eugenio d’ Orsi, continuerà l’azione di vigilanza per dare risposta esaustiva ed efficiente sulla gestione del servizio fornito ai cittadini, altrimenti si provvederà ad una immediata risoluzione del contratto.