AMBIENTE. Discarica abusiva sequestrata a Naro dalla polizia provinciale

Rinvenuta e posta sotto sequestro dagli uomini del nucleo di polizia giudiziaria del Corpo di Polizia Provinciale coordinati dal Vice Comandante Lombardo l’ennesima discarica abusiva. La vasta area è stata individuata in territorio del comune di Naro, proprio nelle immediate vicinanze dell’abitato del paese del barocco.

Rifiuti di ogni genere e tipo sono stati ad opera di ignoti scaricati abusivamente sul suolo in barba ad ogni norma sia legislativa che di civiltà. Come sempre in queste situazioni immancabile è la presenza di eternit, vera e propria emergenza ambientale della nostra provincia, gran quantità di pneumatici in disuso oltre che gli onnipresenti inerti provenienti dalla ristrutturazione di immobili.

Soddisfatto per l’azione della Polizia Provinciale il presidente D’Orsi, il quale si augura che i cittadini rispettino l’ambiente conferendo i rifiuti dannosi nelle discariche autorizzate. Bisogna capire, ha detto il Presidente D’Orsi che commettere reati ambientali, oltre che un reato fortemente pericoloso ed immorale, finisce per colpire l’intera collettività, anche coloro che inquinano. Il rischio che vengano dispersi nel terreno agenti inquinanti che poi possono finire nelle falde acquifere o nei terreni coltivati colpisce tutti con conseguenze nefaste per la popolazione anche a distanza di molti anni.

L’assessore alla Polizia Provinciale Piero Macedonio, nell’ultimo periodo, ha posto l’attenzione al fenomeno dell’abbandono abusivo di rifiuti quale attività primaria del controllo del territorio, dando mandato agli uomini del Corpo di porre un argine a questo increscioso malcostume.

L’assessore Macedonio ricorda che tale violazione della legge, oltre che deturpare e recare danni all’ambiente e all’uomo, ha anche una ricaduta economica sulle “nostre tasche”, poiché gli interventi di bonifica sono a carico della collettività, talvolta con costi molto onerosi specie per la presenza di materiali pericolosi quali l’amianto.