SAMBUCA DI SICILIA. Giovane arrestato per sfruttamento della prostiruzione

I carabinieri  di Sambuca di Sicilia, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Procura della Repubblica di Sciacca, hanno tratto in arresto Massimiliano Barone, venticinquenne del luogo, poiché responsabile del reato di sfruttamento della prostituzione.

I fatti risalgono all’inizio dell’anno allorquando l’allora convivente dell’uomo, originaria dell’est Europa si rivolse ai militari cui denunciò di essere da tempo sfruttata dal compagno che l’aveva indotta a prostituirsi in quel centro.

Le indagini dei carabinieri, nel corso delle quali i clienti convocati in caserma hanno confermato l’ipotesi accusatoria, hanno permesso di accertare che il Barone, avendo conosciuto la donna nel Nord Italia, illudendola con la promessa di un prossimo matrimonio, verso la metà del 2008 l’aveva convinta a seguirlo a Sambuca di Sicilia. La realtà invece si era rivelata ben diversa e da subito con minacce e costanti intimidazioni la donna era stata indotta a prostituirsi con numerosi sambucesi, sia presso il domicilio della coppia che all’interno dell’autovettura del Barone che di volta in volta concordava i termini degli incontri riscuotendo i relativi compensi, variabili dai 30 ai 50 euro.

L’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Sciacca a disposizione della Procura saccense.