SOLIDARIETA’. Agrigento, raccolta di fondi per la popolazione abruzzese colpita dal terremoto

Il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, e l’assessore alle politiche dell’istruzione, Enza Ierna, comunicano che si è conclusa l’iniziativa promossa in favore della popolazione scolastica della regione Abruzzo, con particolare riferimento a quella dell’Aquila, che, a seguito degli eventi sismici che l’hanno colpita, è stata costretta ad interrompere le quotidiane ed abituali attività didattico-educative. 

Dinanzi a tale realtà l’Amministrazione comunale non poteva rimanere insensibile e, pertanto, si è voluto dare un segnale di solidarietà da parte della scuola agrigentina che, in analoghe circostanze, si è distinta per spiccata sensibilità. Alla luce di quanto sopra si è  promossa una raccolta di fondi che ha coinvolto i dirigenti scolastici, gli alunni, le famiglie, il personale docente e quello non docente delle istituzioni scolastiche cittadine.

La somma raccolta è stata di euro 2.149,40 ed è stata destinata a contribuire alla realizzazione di una mini biblioteca scolastica o di una sua sezione da intitolare ad “Agrigento” in un’area di attuale ubicazione degli alunni terremotati. Ciò in considerazione del ruolo rappresentato da una biblioteca scolastica sul piano della formazione e della promozione culturale e, soprattutto, per la rinascita di questa popolazione particolarmente provata.

Con questa somma si doneranno dei libri di narrativa, con particolare riguardo alle tematiche dell’ambiente, del risparmio energetico e delle fonti rinnovabili, della solidarietà attiva e dell’integrazione. Un fortissimo “grazie” va ai circoli didattici “Lauricella”, “S. Giovanni Bosco”  e “Verga”, nonché agli istituti comprensivi “Garibaldi”, “Pascoli”, “Reale”,  “Quasimodo” ed al “Pirandello” di Canicattì per la concreta e fattiva partecipazione.