INTIMIDAZIONI. Attentati incendiari a Favara e a Palma di Montechiaro

Due incendi dolosi a Favara e Palma di Montechiaro. Nel primo episodio hanno incendiato l’autovettura dopo averla cosparsa di liquido infiammabil, dell’imprenditore quarantenne Antonio Alba, di Favara.

Ignoti durante la notte di sabato e domenica hanno appiccato il fuoco sulla vettura dell’uomo, una Fiat Croma intestata alla società per cui lavora, la Giotecnica, ma in uso all’uomo, lasciata parcheggiata qualche ora prima sotto casa, in via Bachelet, nei pressi di piazza della Repubblica. L’altro attentato incendiario è stato compiuto, nella notte tra sabato e domenica, via Vespucci, a Palma di Montechiaro ai danni dell’imprenditore edile Giuseppe Zarbo, 55 anni, a cui è stato distrutto un camion. Il rogo si è sviluppato intorno all’1,40. Le fiamme hanno causato danni irreparabili al mezzo pesante. Gli inquirenti sul posto non hanno rinvenuto alcun elemento che possa determinare con assoluta certezza che l’incendio sia di origine dolosa. Tuttavia i carabinieri non escludono affatto questa ipotesi, ritenuta tra le più accreditate.