AGRIGENTO. Al via il monitoraggio del centro storico della Protezione civile

csParte oggi in città il monitoraggio del centro storico curato dal gruppo comunale dei volontari di Protezione civile di Agrigento.

Mentre è ancora in corso l’attività di formazione e di aggiornamento da parte di detto gruppo, è stata già concretamente programmata ed avviata l’attività di monitoraggio di quelle parti del centro storico che non sono state già interessate dall’attività istituzionale di protezione civile compiuta dagli uffici comunali.

Concretamente sono state costituite quattro squadre, ciascuna composta da cinque volontari con diverse professionalità. Si tratta di un architetto, un geologo, un ingegnere, un geometra ed un assistente che analizzeranno i singoli immobili ricadenti in quelle zone che non sono ancora state oggetto di monitoraggio da parte dei tecnici comunali.

Tali gruppi sono riconoscibili perché  operano con particolari casacche. “Siamo grati all’opera gratuitamente svolta da tali professionisti – precisa l’assessore comunale per la protezione civile Renato Buscaglia – che vengono ad integrare l’analisi già compiuta aiutandoci a delineare una più precisa mappatura della concreta situazione delle parti a maggior rischio del nostro territorio cittadino. Stiamo attenzionando, oltre la zona di S. Croce, adesso quella compresa tra la via Atenea e la via Empedocle, dove maggiore è il degrado.”

 “Sono fiero che tali cittadini – precisa da parte sua il sindaco Marco Zambuto – si siano mostrati disponibili. Invito da un lato anche altri cittadini a seguirne l’esempio, mentre chiedo agli abitanti interessati di facilitare questa importante attività di monitoraggio, collaborando con le squadre tecniche e consentendo di effettuare i necessari rilievi che sono compiuti nell’interesse della nostra comunità”.