ARMI, ESTORSIONI, DROGA. Catturato in Germania ed estradato in Italia latitante di Ribera

CARAMANNO GE’ stato estradato in Italia il latitante riberese Gaspare Caramanno.

A conclusione di una mirata attività di indagine l’uomo era stato catturato in Germania il 16 gennaio scorso. Caramanno è destinatario di provvedimenti di cattura emessi dalla Procura di Sciacca per complessivi 6 anni di carcere, per reati relativi a sostanze stupefacenti, armi, furti, estorsioni ed altro. Il malvivente si era reso irreperibile da circa 2 anni rifugiandosi in Germania, nella piccola cittadina di Ludwigshafen, dove la polizia tedesca in collaborazione con i carabinieri di Agrigento lo ha tratto in arresto in esecuzione di mandato di arresto europeo.  Alla sua localizzazione si è giunti attraverso una attività d’indagine del Reparto Operativo Carabinieri di Agrigento guidato dal maggiore Salvo Leotta di concerto con l’Interpol ed i colleghi tedeschi.

La scelta di allontanarsi dall’Italia per vivere in Germania sfuggendo al provvedimento di cattura emesso dall’autorità giudiziaria italiana non ha fatto mutare in lui la tendenza a delinquere. Infatti lo stesso in quel territorio è stato arrestato due volte, precisamente nel 2006 e nel 2008, per reati concernenti sostanze stupefacenti, riuscendo anche a  ritagliarsi un ruolo di rilievo nella società criminale del luogo.

Sino a ieri il Caramanno si trovava detenuto presso il carcere tedesco di Ludwigshafen in attesa di esser estradato in Italia. Nella giornata odierna estradato in Italia è stato preso in consegna dalle autorità Italiane, all’arrivo a Fiumicino, ove militari del Reparto Operativo di Agrigento gli hanno notificato i provvedimenti pendenti.