CATTOLICA ERACLEA. Bruciata casa di lavoro della Forestale, indagano i carabinieri

fiocoE’ stato distrutto da un incendio di natura dolosa uno degli uffici di lavoro dell’Azienda Foreste Demaniali a Cattolica Eraclea.

Ignoti malviventi, nella notte tra giovedì e venerdì scorsi, hanno fatto irruzione nella postazione della forestale di contrada Vitelleria, dove lavorano gli operai stagionali impegnati a proteggere e a curare l’area boschiva demaniale che si affaccia sul fiume Platani rivolta verso Cianciana.

Prima avrebbero rubato alcuni attrezzi e mezzi da lavoro, tipo motoseghe e motozappe, poi avrebbero cosparso del liquido infiammabile all’interno dei locali e avrebbero appiccato il fuoco distruggendo oltre a tutte le suppellettili pure il tetto della struttura che infatti è completamente crollato.

Le fiamme sono divampate violentemente con estrema facilità e hanno fatto grossi danni anche a causa della presenza di fusti di oli vari, nafta e benzina all’interno del locale. I danni, secondo una prima stima, ammonterebbero a oltre 10 mila euro.

I dipendenti dell’ufficio dell’Azienda Foreste Demaniali di Cattolica Eraclea, diretto dal perito agrario Giovanni Cammalleri, hanno denunciato l’accaduto ai carabinieri della locale stazione che, guidati dal giovane maresciallo Claudio Galofaro, si sono recati sul posto per i rilievi di rito. A coordinare le indagini è il capitano Giuseppe Asti, comandante della compagnia dell’Arma di Agrigento.

Non ci sarebbero dubbi sulla matrice dolosa dell’incendio. E’ probabile che si tratti di un “semplice” furto con incluso un raid vandalico. Ma non è da escludere che possa trattarsi di un atto intimidatorio, di un avvertimento. Di certo è un danno arrecato alla collettività sui cui gli investigatori stanno cercando di fare piena luce.