AGRIGENTO. Piero Mangione riconfermato segretario dei pensionati della Cgil

images/stories/personaggis/piero mangione.jpgPiero Mangione è stato rieletto segretario dei pensionati della Cgil alla fine del dibattito congressuale che ha impegnato i 93 delegati presenti, in rappresentanza delle sette leghe distrettuali, costituite in provincia e che si interfacciano coi distretti socio sanitari.

Ha presieduto i lavori il segretario generale Mariella Lo Bello, mentre li ha conclusi Saverio Piccione, segretario generale dello Spi siciliano.

Mangione, nel suo intervento, ha  lanciato un forte messaggio positivo ai presenti e cioè che, chi arriva alla fine del tempo di lavoro non si pensiona dalla famiglia e dalla società, dove la sua presenza attiva resta utile, impegnata e solidale. Dopo avere richiamato i contenuti della vertenza fisco, che porterà ad una manifestazione pubblica ad Agrigento il prossimo 12 marzo, ha affrontato i temi su cui si articolerà la vertenza con le leghe distrettuali, ovvero vivibilità dei quartieri, sicurezza, sanità, tariffe, trasporti, acqua, rifiuti, servizi scuola, illegalità, tutte questioni che segnano negativamente la qualità della vita nella nostra provincia.

Per Mangione i pensionati non costituiscono una rappresentanza sociale passiva, né possono risultare attivi solo in ragione delle loro intime rivendicazioni legate alla pensione, ma devono farsi carico dei problemi del paese legate alla uscita dalla crisi, alla ripresa economica ed occupazionale, alla lotta  contro la  criminalità me la corruzione che tutto fa costare più caro al cittadino, se vogliono fare ancora del bene alla propria famiglia ed alle tre generazioni che vi sono  contenute.