AGRIGENTO. Chiusura Teatro della Valle, il sindaco Zambuto: “Scelta infelice”

images/stories/zambuto.jpgDopo il presidente della Provincia D’Orsi interviene anche il sindaco di Agrigento Marco Zambuto.

Sulla decisione di privare l’area del parco della Valle dei Templi dell’importante spazio, destinato alla realizzazione di grandi eventi, fino allo scorso anno rappresentato dal Teatro nella piana di San Gregorio si esprime dopo il presidente D’Orsi anche il sindaco di Agrigento Marco Zambuto.

“Si tratta di una decisione quanto meno affrettata e probabilmente infelice. La nostra amministrazione ha sempre guardato con interesse e disponibilità le attività svolte dal Teatro “Valle dei Templi”, tanto che abbiamo proposto di ospitare tale struttura nel Parco dell’Addolorata.

Ma a parte eventuali contrari problemi tecnici, riteniamo che uno spazio attrezzato all’interno dell’area archeologica della Valle non possa venir meno.

La presenza di una struttura idonea ad ospitare grandi eventi è per la nostra città una risorsa irrinunciabile – prosegue Zambuto. Basti pensare che il Teatro ha accolto in questi ultimi anni decine di spettacoli di altissimo livello, facendo rimbalzare la città di Agrigento agli onori della cronaca”.

“L’allarme lanciato nei giorni scorsi dal consorzio turistico “Valle dei Templi” – dice ancora il sindaco di Agrigento – non solo è condivisibile ma deve contribuire ad ampliare la visione della gestione e della fruizione dell’intera area del Parco archeologico al fine di accelerare il processo di valorizzazione del sito che deve divenire il primo reale strumento di sviluppo economico-turistico dell’intera area”.

“La chiusura al potenziale sviluppo di un importante segmento economico legato al turismo degli eventi, attraverso la mancata autorizzazione a ricollocare il teatro nel sito occupato ormai da un decennio, rappresenta, inoltre, un passo indietro nel piano di valorizzazione del Parco archeologico della Valle dei Templi che deve divenire strumento insostituibile ed irrinunciabile della crescita economica della città di Agrigento e delle aree limitrofe”.

“Chiediamo pertanto – conclude Zambuto – di inserire all’ordine del giorno della prossima riunione del Consiglio del Parco l’argomento al fine di ridiscuterne adeguatamente alla luce anche e soprattutto di quanto emerso dalle istanze imprenditoriali del territorio”.

CULTURA E TURISMO. Agrigento, chiusura del Teatro nella Valle, il presidente D’Orsi scrive alla Sovrintendente